11. settembre 2017
Ai fini della spettanza del beneficio, in caso di vendita con riserva di gradimento rileva il momento in cui l’acquirente accetta il collaudo, sciogliendo così la precedente riserva. Nel caso di specie, la società istante ha stipulato il 21 settembre 2016 un contratto per l’acquisto di un bene e ha sottoscritto il 29 novembre 2016 il verbale di precollaudo del bene presso la sede del fornitore, il quale ha emesso fattura. Il bene in questione è stato consegnato presso la società istante...