· 

Sabatini - La fake-news dei fondi in esaurimento

 

 

 

 

 

 

 

 

Da giorni, da più parti si sollecitano le imprese a sbrigarsi per le domande sulla Nuova Sabatini poichè i fondi sono in esaurimento, visto che il contatore sul sito del MiSE evidenzia una Disponibilità del contributo 89% prenotato effettivo e conseguente 11% disponibile.

Premesso che come filosofia generale è chiaro che è sempre meglio muoversi il prima possibile, il dato buttato lì così (complice anche articoli di stampa qualificata come Italia Oggi e Sole24Ore, che fanno altrettanto senza colpevolmente addentrarsi professionalmente sul dato) si limita a concentrarsi sul contatore visibile sul sito del MiSE. Ma.… il contatore riguarda la somma di tutti gli stanziamenti negli anni, e non i fondi di quest'annoDifatti si parla di  stanziamento di € 1.753.862.734 ... va da sé che è risibile pensare che la Sabatini sia finanziata nel 2019 per 1,7 miliardi….

E infatti se prendiamo gli stanziamenti degli ultimi due anni abbiamo: 

 

 

- Legge di bilancio 2019 stanziamento Sabatini 480 milioni di euro nel periodo 2019-2024, così articolato: 48 milioni per il 2019, 96 milioni di euro per ogni anno dal 2020 al 2023 e 48 milioni di euro per il 2024

- Legge di bilancio 2018 stanziamento Sabatini 330 milioni di euro nel periodo 2018-2023, così articolato: 33 milioni di euro per il 2018, 66 milioni di euro annui tra il 2019 e il 2022 e 33 milioni per il 2023

Ma ci sono gli stanziamenti complessivi in realtà che funzionano in ogni caso.

Se si guardano le statistiche ufficiali del MiSE (reperibili sul sito) si vede che in realtà gli utilizzi non sono solo quelli a stanziamento a bilancio:

- Nel 2016 il contributo cumulato era di € 387.642.639

- Nel 2017 il contributo cumulato era di € € 866.793.087 quindi utilizzo 2017 (cioè togliendo 2016) € 479.150.448

- Nel 2018 il contributo cumulato è di € 1.252.237.180 quindi utilizzo 2018 (cioè togliendo 2017) € 385.444.093

Quindi nel 2018 l’utilizzo è stato di 385 milioni, giustificato dal risparmio di spesa del 2017 (lo stanziamento Legge di bilancio 2018 era di 330 milioni complessivo).

E non si deve guardare lo stanziamento dell'anno, ma il complessivo. A conferma il contatore a ottobre 2017, gennaio 2018 e dicembre 2018, non ci sono solo i 33 milioni di stanziamento 2018.

 

Ed infatti se si vede la disponibilità contributo che dà il Mise a febbraio 2019 sono disponibili 458 milioni (NB le differenze rispetto agli stanziamenti sono date dal fatto che lo stanziamento comprende anche gli oneri di gestione che non sono ovviamente disponibili per erogazione a contributo).

 

Quindi la realtà è che sono disponibili € 193.142.163 su 480.000.000 (visto che l'anno scorso i fondi erano esauriti), cioè il 40,24%.

Infatti, se paragoniamo le statistiche al 30/09/2019 rispetto a quelle al 30/09/2018 (dati reperibili sul sito MiSE alla sezione statistiche) vediamo che il contributo richiesto nel 2018 era di € 443.900.617 e nel 2019 è di € 324.790.283, cioè il tiraggio del contributo è minore quest'anno (pur evidenziando che poi ovviamente non si può sapere se nel giro di due mesi arrivano richieste a coprire l'importo disponibile). 

Visto in un altro modo, il contatore ottobre 2018 dava disponibile il 6% pari a € 76.382.607, mentre il contatore a ottobre 2019 dà disponibile l'11% pari a € 193.142.163 (cioè 2,52 volte i fondi per il 2018).

E a ottobre 2017 il contatore dava il 21% disponibile pari a €  194.135.725, simile alla situazione di quest'anno, e non ci sono stati problemi di risorse, anzi ne sono avanzate per l'anno successivo!

 

Quindi sarebbe utile non spargere inutili e fuorvianti allarmismi...

Scrivi commento

Commenti: 0